0

Antrolopologia della libertà

Collana diretta da Sergio Ubbiali, Alberto Andronico e Paolo Heritier.

Comitato scientifico
Salvatore Amato (Università di Catania), Luigino Bruni (Università LUMSA di Roma), Fabio Ciaramelli (Università di Catania), Jean-Pierre Dupuy (Stanford University), János Frivaldszky (Pázmány Péter Catholic University, Budapest), Peter Goodrich (Cardozo School of Law, New York), Maurizio Manzin, (Università di Trento), Flavia Monceri (Università del Molise), Bruno Montanari (Università di Catania e Cattolica di Milano), Philippe Nemo (ESCP Europe, Paris), Patrick Nerhot (Università di Torino), Pierangelo Sequeri (Facoltà di Teologia dell’Italia Settentrionale), Roberto Salizzoni (Università di Torino), Aldo Schiavello (Università di Palermo), Francesco Tomatis (Università di Salerno), Federico Vercellone (Università di Torino), Ugo Volli (Università di Torino).

Il discorso contemporaneo sull’umano, universitario e culturale, appare, se non letteralmente impossibile, dissolto in una pluralità di figure contraddittorie e settoriali. Non è chiaro se sia configurabile qualche elemento, riconoscibile e condivisibile da tutti, mediante il quale l’umanità chiarisca a se stessa cosa significhi essere uomo. L’antropologia si presenta come inevitabilmente legata a un “conflitto delle antropologie”, ritenuto irriducibile, tra contrapposte istanze religioso-culturali, tecno-scientifiche, politico-economiche. Tale situazione, di per sé paradossale, non impedisce che uomini concreti ogni giorno vivano, soffrano, edifichino, distruggano quel che è interno all’uomo e quel che lo circonda. Nell’abitare la contraddizione, senza illudersi di poter sfuggire a tale condizione epocale, la collana intende configurare l’esperienza possibile della sempre controversa libertà dell’uomo quale cifra dell’umano, mediante il prisma reticolare delle discipline, dei problemi, dei linguaggi, delle forme espressive che la rifrangono in colori e visioni sempre diverse. Dall’economia al diritto, dalla politica alla filosofia, dalla scienza alla religione, dalla tecnologia alla comunicazione e all’estetica, la possibilità dell’antropologia come discorso concreto intorno all’uomo appare ancora un progetto interamente da fare, eppure da sempre in atto ogni volta che un singolo essere umano vede la luce.

Griglia  Lista 

  1. € 11,90 € 14,00

    Nel quadro di un progetto interdisciplinare destinato a ricostruire, da un lato, i “significati di integrazione” nell’ordinamento giuridico svizzero (top-down) e a verificarne, dall’altro, l’impatto nei percorsi quotidiani degli stranieri (bottom-up), questo volume propone un’analisi accurata di fonti politiche, legislative e giurisprudenziali prodotte lungo l’arco del XX secolo fino ad oggi, sulla tematica degli stranieri.

    ...
    Per saperne di più
  2. € 22,10 € 26,00

    La pace è una figura d’estrema complessità. Non s’oppone radicalmente alla violenza ma l’affronta cercando di contenerla e elaborarla senza poter mai venirne a capo; non mira solo a negare o escludere e chiede impegni attivi e creativi a vari livelli; coinvolge aspetti concreti del reale insieme a profonde energie spirituali insite nelle culture e nelle civiltà; muove dall’umanità e investe l’intero mondo animato e inanimato.

    ...
    Per saperne di più
  3. € 11,90 € 14,00
    Qualche mese dopo l’arrivo di Colombo a San Salvador le potenze europee cominciarono a spartirsi il Nuovo Continente, prima ancora di sapere che fosse tale. Non accontentandosi della terra, ma volendo anche le “anime” che la popolavano, i conquistatori sentirono il bisogno di procurare alle loro armi la benedizione del diritto.... Per saperne di più
  4. € 17,00 € 20,00
    La storia concettuale delle scienze cognitive resta per larga parte ancora da scrivere. Con questo libro Jean Pierre Dupuy – uno dei principali esponenti delle scienze cognitive in Francia e ideatore del catastrofismo illuminato – ne realizza un importante capitolo: l’eredità della cibernetica.... Per saperne di più
  5. € 20,40 € 24,00
    È utile, oggi, tornare ad insistere sulla filosofia di Martin Heidegger? Quale interrogazione imprescindibile pone la differenza ontologica? Questo libro, sfruttando le riflessioni della fenomenologia francese contemporanea vuol rispondere a questa domanda. E, con ciò, interrogarsi su quale forma dell’umano dica il suo particolare posizionamento.... Per saperne di più

Griglia  Lista