0

cantstopreading

 


Per consentire il più possibile le nuove modalità di lavoro che fanno fronte all’emergenza sanitaria, a chi vuole contattarci telefonicamente ricordiamo:
Per amministrazione, ordini di libri e informazioni commerciali, chiamare il numero 02 24416383
Per contattare la redazione, chiamare il numero 0224861657


CATEGORIE

Fenomenologia e ontologia sperimentali

Collana diretta da Giorgio Derossi.

Comitato Scientifico
Serena Cattaruzza (Università di Trieste), Alan Costall (Università di Portsmouth), Elisabeth List (Università di Graz), Riccardo Martinelli (Università di Trieste), Giulia Parovel (Università di Siena), Franco Paracchini (Università di Ginevra), Carmelo Calì (Università degli Studi di Palermo), Michele Sinico (Università di Venezia), Antonello Sparzani (Università di Milano), Paolo Spinicci (Università di Milano), Fiorenza Toccafondi (Università di Parma), Andrea Zhok (Università degli Studi di Milano).

I testi pubblicati nella Collana sono caratterizzati – al di là della varietà e diversità delle tematiche e problematiche trattate – dal comune, anche se talora solo implicito, riferimento ai principi epistemologici e ai criteri metodologici propri di una rinnovata impostazione fenomenologica, spiccatamente orientata a una visione della realtà esperita che vada oltre l’husserliana “visione delle essenze” o il merleau-pontyano “Essere selvaggio” imperniato sull’asse dell’“ambigua” reversibilità percipiente-percepito. Attraverso un’analisi sperimentale provvista anche degli apporti della percettologia di matrice gestaltistica filosoficamente più avvertita, essa mira a mettere anzitutto in luce la struttura autonoma del percepito irriducibile alle aspettative del soggetto, mostrando così la possibilità di una conoscenza immediata e certa della “cosa” e più in generale del “mondo”. Essa, inoltre, si propone di far vedere (“visualizzare”) con opportune di-mostrazioni la faccia invisibile del visibile che ne fa apparire l’essere. Facendo così vedere “oltre il visibile”, le procedure “visualizzanti” tendono a integrare la “fenomeno-logia” in una più incisiva “fenomeno-scopia”, capace di far percepire direttamente non solo le cose, ma anche la loro “ragion d’essere”.

Peer review policy

I volumi della collana sono soggetti a un processo di double blind peer review, affidato a due esperti esterni. Il processo è gestito dall’editore che, prima della pubblicazione, informa dell’esito il Direttore della collana.

Griglia  Lista 

  1. € 24,00

    Quello tra intuizione e intelletto è il principale binomio a essere articolato in diverse forme nei saggi qui raccolti. Il filo rosso che li lega è un confronto tra la psicologia e la psicologia dell’arte, ovvero tra l’attuale psicologia dei processi cognitivi e una psicologia sviluppata tenendo fede ai principi teorici e metodologici di Rudolf Arnheim. Tale confronto, mentre contribuisce all’analisi di diversi tipi di arte, può servire anche a comprendere meglio la psicologia scientifica e le difficoltà in cui da sempre si dibatte. 

    ...
    Per saperne di più
  2. € 24,00

    Questa raccolta si propone di restituire i tratti storico-culturali e teorici dell’opera di Husserl attraverso tre percorsi che ricalcano i principali momenti della carriera cinquantennale del filosofo tedesco. 

    ...
    Per saperne di più
  3. € 28,00

    Il volume raccoglie, in edizione critica, il testo integrale della tesi di laurea in Filosofia dello psicologo e psicoanalista italiano Cesare L. Musatti (1897-1989), discussa il 3 novembre 1921 presso l’Università di Padova e rimasta finora inedita. Sulla traccia dei Fondamenti della geometria di Bertrand Russell, Musatti difende l’attualità della problematica kantiana dello spazio come condizione di possibilità dell’esperienza spaziale e delinea i fondamenti di una teoria generale del sapere geometrico attraverso un dialogo appassionato con la tradizione matematico-filosofica di Saccheri, Gauss, Lobačevskij, Riemann, Helmholtz, Lotze, Poincaré e Hilbert. 

    ...
    Per saperne di più
  4. € 22,00

    La dinamica della forma architettonica analizza le conseguenze del potere visivo esercitato dall’architettura, potere che per molto tempo è stato largamente trascurato a favore di un’attenzione quasi esclusiva agli aspetti della funzionalità e della socialità. Arnheim esplora gli incredibili effetti che l’architettura produce nella percezione, soffermandosi soprattutto sull’ordine e sul disordine nel disegno, sulla natura del simbolismo visivo e sulle relazioni tra funzionalità ed espressione. 

    ...
    Per saperne di più
  5. € 24,00

    Perché l’arte ha bisogno di essere salvata? La risposta di Rudolf Arnheim, fondatore degli studi di psicologia in campo artistico, si articola in ventisei saggi, piccole monografie sui grandi temi della psicologia e dell’estetica contemporanee. I nemici dell’arte sono per Arnheim gli artisti stessi, che hanno rinunciato a un confronto con la realtà del mondo e dell’esperienza percettiva scegliendo il concetto, la riproduzione meccanica o l’astrazione nichilista; e sono quei teorici che mirano a rendere impossibile un’analisi dell’“oggetto” artistico. Senza intenzioni troppo polemiche, Arnheim conduce il lettore all’ascolto e alla visione delle opere dei grandi maestri ma anche dei bambini, degli psicotici, dei ciechi, lasciando a esse, a conclusione di un complesso percorso critico e intellettuale, il compito di mostrare i motivi, la funzione e la grandezza della loro esistenza.

    ...
    Per saperne di più

Griglia  Lista