0

DeGenere

Collana diretta da Nicoletta Vallorani e Nicoletta Di Ciolla.

Comitato scientifico
Mark Chu (University College Cork, IRL) Nicoletta Di Ciolla (Manchester Metropolitan University, UK) Monica Jansen (Utrecht University, NL) Elisabetta Mondello (Università di Roma La Sapienza, ITA) Nicoletta Vallorani (Università degli Studi di Milano, ITA)

Palestra di talenti e narrazione di intrattenimento per vocazione e tradizione, il genere costituisce, nella contemporaneità, un ambito molto discusso, in costante evoluzione e spesso contraddistinto da un grande successo di pubblico e da una precisa, spesso provocatoria presa di posizione sulla realtà. A questa situazione editoriale e di pubblico, in molti casi, corrisponde una trattazione critica limitata e non sempre adeguata al carattere multiforme e variegato delle molte storie che a questo contesto e a vario titolo fanno riferimento. DeGenere si propone di affrontare i generi letterari, allargando l’analisi all’ambito del graphic novel, del cinema e della televisione, scegliendo una prospettiva transnazionale e considerando in via prioritaria i contesti – sociali, letterari e culturali – che determinano le scelte rappresentative dei singoli autori.

Griglia  Lista 

  1. € 17,00 € 20,00

    Se la letteratura di genere ha sempre rappresentato lo spazio privilegiato per l’emersione del represso e del non detto, che posizione occupa la letteratura dell’orrore nella nostra società, e quali angosce, tensioni, confl itti si incarica di incarnare e rappresentare, seppur in maniera fi ltrata e ambivalente? I contributi esplorano il rapporto tra vecchie e nuove forme dell’horror nei territori della letteratura globale contemporanea, del fumetto, del videogioco, del giornalismo. Le analisi spaziano da testi di King, VanderMeer, DeLillo, WuMing, Ligotti e Lovecraft a Dante’s Inferno e Gō Nagai; gli interventi teorici forniscono una fondamentale messa a punto per orientarsi nella galassia di un genere – l’horror– che non smette di espandersi e rinnovarsi. 

    ...
    Per saperne di più
  2. € 13,60 € 16,00

    Una delle espressioni predilette da critici e recensori che abbiano per le mani un testo di Leonard è il “Dickens of Detroit”. Un epiteto la cui origine viene spesso ricondotta a J. D. Reed, autore di un articolo apparso sul “Time” e intitolato appunto A Dickens From Detroit. In realtà, il titolo fu deciso da un caporedattore della rivista americana che non aveva una gran dimestichezza con i romanzi di Leonard. Non sorprende, dunque, che l’espressione adottata, per quanto suggestiva e accattivante, sia piuttosto ingannevole. Restando nell’Ottocento, però, c’è un altro scrittore che mi sembra più ragionevole accostare a Leonard, benché appartenga a una diversa tradizione letteraria: Honoré de Balzac con la sua Comédie humaine

    ...
    Per saperne di più
  3. € 6,79 € 7,99

    A partire dal XXI secolo le nuove tecnologie e la diffusione di massa dei nuovi media hanno radicalmente cambiato i paradigmi culturali con i quali costruiamo e leggiamo le storie e le nostre narrazioni del passato. 

     

    Disponibile solo in versione digitale:

     

    Acquista su BookRepublic

    Acquista su Amazon

    ...
    Per saperne di più

    Non disponibile

  4. € 10,20 € 12,00

    Attraverso una variegata serie di casestudies, Vincenzo Maggitti svolge una ricognizione dei rapporti tra giornalismo e letteratura guardando tanto alla tematizzazione di questo confronto nel mondo letterario quanto al dialogo tra giornalista e scrittore che contraddistingue molti autori a partire dall’Ottocento. 

    ...
    Per saperne di più
  5. € 11,90 € 14,00
    Why have authors from the safe, social welfare state Sweden captivated the minds of the crime fiction readers across the globe? Kerstin Bergman suggests that killer marketing and a widespread curiosity about the “exotic” Nordic welfare states, their waste... Per saperne di più

Griglia  Lista