0

eLIT

Abbiamo chiamato questa collana letteraria eLIT per diverse ragioni. La prima è che si pubblicheranno opere letterarie europee. La seconda è che si darà particolare spazio ai romanzi vincitori dell’European Union Prize for Literature che ogni anno viene assegnato dalla Commissione Europea. In terzo luogo perché pensiamo che la creazione letteraria sia elitaria. La nostra impresa vuole essere così un triplice tributo: all’Europa, al suo premio letterario più rappresentativo, alle nuove élite letterarie europee. In un momento storico in cui l’Europa e i suoi valori plurisecolari sono messi in crisi dall’esterno e dall’interno, il nostro gesto desidera inoltre contribuire alla riflessione sulle radici della democrazia europea. Una vera democrazia, infatti, è tanto più forte quanto più è in grado, attraverso un sistema culturale aperto a tutti, di sradicare l’ignoranza (con la quale dobbiamo fare i conti nel corso di tutta la vita) in modo da rendere accessibili le grandi opere letterarie. Riconoscere e rivolgersi alle nuove élite letterarie europee non significa perciò né arroccarsi sui valori espressi da poche persone, ma neppure cadere nella trappola della cultura di massa che, in assenza di gerarchie, dà ragione a tutti. La grande letteratura non è democratica: è l’accesso a essa che deve esserlo. La democrazia non è qualcosa che si ottiene in modo gratuito, assecondando la mediocrità. Al contrario, è uno sforzo costante, un atto esigente di lucidità e di immaginazione, qualcosa di molto simile alla stessa creazione letteraria. Democrazia e letteratura sono entrambe un dialogo infinito tra i pochi e i molti, tra i più forti e i più deboli, tra le grandi e le piccole nazioni. Tuttavia, si tratta di un dialogo dove non vince il più forte, ma il più diverso. Per questa ragione, infine, la nostra collana non sarà attenta solo alle grandi tradizioni linguistiche e letterarie d’Europa. Esplorerà con particolare interesse, alla luce della nuova situazione storica nata dopo la caduta del muro di Berlino e del successivo allargamento del territorio europeo, quei paesi dell’Europa centrale e orientale, spesso non molto popolati, spesso travolti dalla Storia, le cui voci e le cui élite ancora si battono per instaurare un dialogo tra letteratura e democrazia. E lo farà con uno sguardo nuovo.

collana diretta da Massimo Rizzante

COMITATO SCIENTIFICO
Petar Bojanić (University of Belgrade)
Pierre Dalla Vigna (Università degli Studi dell’Insubria)
Eugenio De Caro (Università Cattolica del Sacro Cuore)
Luca Taddio (Università degli Studi di Udine)

Pamela Lainati - Lombardia oggi, 15 maggio 2016
"Giovani autori dell'Est"
Leggi la recensione

Griglia  Lista 

Vendita
La pensione Aggiungi alla Wishlist Confronta
Piotr Paziński
La pensione
€ 10,20 € 12,00
Vendita
Roulette Aggiungi alla Wishlist Confronta
Lada Žigo
Roulette
€ 13,60 € 16,00
Vendita
Solo l'amore Aggiungi alla Wishlist Confronta
Laurence Plazenet
Solo l'amore
€ 11,90 € 14,00
Vendita
Niente di nero in vista Aggiungi alla Wishlist Confronta
Nataša Kramberger
Niente di nero in vista
€ 17,00 € 20,00

Griglia  Lista