0

Hebenon

Collana diretta da Roberto Bertoldo. Hebenon è la collana di poesia della omonima rivista internazionale di letteratura. Essa, dopo un inizio orientato ad indagare la poesia italiana, ha scelto di raccogliere quanto di più interessante ci sia nella nuova poesia europea, in particolare finlandese e ceca , senza disdegnare quella degli altri continenti.

Griglia  Lista 

  1. € 7,23 € 8,50

    Alfredo de Palchi, l’ultimo degli ormai storici poeti del Novecento italiano, amico di Ungaretti, Montale, Quasimodo, Sereni, Zanzotto, Erba, Porta e molti altri, e certamente il più rivoluzionario di tutti come dimostra l’originalità espressiva di Sessioni con l’analista del 1967, torna ora, a 92 anni, con un altro irriverente e verace libro che ripercorre alcuni momenti della sua vita in modo poetico e animoso. Come nella sezione “Autobiografia scheletrica” in cui si immedesima con sarcasmo nel maiale («Porco de Porci») che, da bambino, aveva visto crescere in un porcile e poi scannare. La densa umanità di de Palchi non è mai tenera. (Roberto Bertoldo) 

    ...
    Per saperne di più
  2. € 8,50 € 10,00

    «talvolta / di giorno / sta sempre per calare la notte / nel tuo cuore / luce striata / di nero / in qualsiasi splendore / quando il sole riscalda / con le sue gentili braci di carbone / ricorda questo / ogni / giorno / notte / l’oscuro caldo splendore»

    ...
    Per saperne di più
  3. € 8,50 € 10,00

    Proust poeta e poeta d’amore è un concetto difficile da assimilare per noi lettori della Recherche, abituati alla logica ferrea, alla profondità emotiva e alla capacità descrittiva del suo autore, qualità in gran parte contrarie alla stessa idea estetica, riguardante il genere poetico, dichiarata da Proust. Eppure Proust, che è stato forse lo scrittore del Novecento che più di tutti ha indagato l’erotismo in ogni sfumatura, ci ha lasciato alcune poesie che rendono onore a questo sentimento contorto e tremendamente vitale.

    ...
    Per saperne di più
  4. € 8,50 € 10,00

    «Remote e demoniache epoche immerse nell’ignoranza gentile dell’Eden. . . tempi di mali inguaribilmente pre-pascaliani. . . e il corpo rigido universalmente onnivoro disprezzato da patimenti arcaici si dispone erbosamente all’affronto della materica natura. . . non l’estetica dell’equilibrio regge la visione che sarà. . . Blaise Pascal si regge sulla sofferenza scalfita fin dentro l’osso. . . spiritualizzazione del male di esistere con il Discours de la condition de l’Homme. . . che non ha estetica né equilibrio. . .» 

    ...
    Per saperne di più
  5. € 10,20 € 12,00

    «Quando un suono penetrante è / il rapido / falciare dell’unghia di un pollice / che divide il guscio della noce / del sogno // le sue due parti / che si contorcono come scarafaggi / sulle schiene / chiedono aiuto / ma l’improvviso luminoso schiaffo / della luce del giorno punge / ed io cammino / dentro una folla di fatti» (Terapia del risveglio)

    ...
    Per saperne di più
  6. € 8,50 € 10,00

    «Sulla terra è l’Uomo che veglia / sopra la nostra vita senza fine. / Sua è la presenza nei corridoi d’ospedale / illuminati tutta la notte, / nei supermercati deserti / quando il mondo e tutti gli umani dormono profondi / e ogni salvezza dipende da un’altra salvezza / e nessuno sprinkler system può proteggerci / da questa vita senza fine. // Sua anche / la veglia degli alberi, tutto il giorno, tutta la notte / nei loro giardini senza tempo».

    ...
    Per saperne di più
  7. € 8,50 € 10,00
    «Spalancate le porte al buio, ai ricordi, alle cicale. / Al nome ripetuto allo spasimo. All’inutile dubbio. / Ai limiti mai scalfiti. Ai labili confini degli addii. // No, non è d’amore che parlano i poeti. / Ma è l’amore che li fa parlare».... Per saperne di più
  8. € 8,50 € 10,00
    Nel popolo, con il popolo, per il popolo e inviso dal popolo: questa, secondo l’autore, è la condizione di ogni poeta.... Per saperne di più
  9. € 10,20 € 12,00
    «Agente doppio di se stesso, castoro-conquistatore, protettore e protégé di sua nonna, usurpatore e liberatore segreto di Jilemnice, mascotte e fantasma degli Istituti di Dobrany, Sadská e Kosmonosy, guardiano notturno e scrivano che con la sua veglia ha impedito che la realtà si addormentasse per sempre. Nato il 3 aprile 1941 a Jilemnice, misteriosamente scomparso nella primavera del 1995 (come lui stesso aveva predetto in un testo degli anni Sessanta lI mondo si punisce e piange: «I cani da caccia non fiutano ancora il luogo dove una volta mi smarrii del tutto»); dal momento che il suo corpo non è stato mai trovato, si può supporre si sia trattato di omicidio più che di suicidio, che in precedenza aveva invano tentato più volte» (dall’Introduzione di Petr Král).... Per saperne di più

Griglia  Lista