0

Storia di storie

Collana diretta da Maurizio Punzo.

Comitato scientifico:
Maurizio Punzo - Università degli Studi di Milano, Leopoldo Nuti - Università degli Studi Roma Tre, Alain Beltran - University ParisSorbonne (Paris 1), Patrizia Landi - SSML. Istituto Universitario Carlo Bo (Milano).

La collana Storia di storie intende scandagliare in modo rigoroso ma insieme agile ed incisivo,i temi e le questioni più rilevanti dell’età contemporanea, guardando alle vicende e ai personaggi della storia politica ed amministrativa, di quella economica, della cultura e delle idee, della politica estera e delle relazioni internazionali senza alcuna preclusione aprioristica e ideologica. Vuole rivolgersi sia al pubblico degli addetti ai lavori sia a quello più ampio di lettori attenti e curiosi che nelle esperienze del passato cercano stimoli per meglio comprendere il presente. La collana, oltre ad avvalersi della collaborazione di studiosi già affermati nei rispettivi settori disciplinari,si propone didivulgarele ricerche dei giovani, ed in modo particolare quelle rivolte all’approfondimento di argomenti innovativi sia dal punto di vista delle tematiche affrontate sia da quello delle metodologie utilizzate.Requisiti fondamentali per la scelta dei volumi da pubblicare saranno, oltre al più serio esame delle fonti documentarie, l’indipendenza e l’originalità del giudizio accanto alla chiarezza e alla limpidezzadell’esposizione.

Griglia  Lista 

  1. € 20,90 € 22,00

    Perfetta osmosi tra sport e politica, efficace riassetto dei quadri federali e del Coni, valorizzazione professionale ed istituzionale di tutte le figure coinvolte nell’impresa sportiva e selezione accurata degli atleti, nel segno dell’innovazione tecnica e metodologica. Ecco alcuni dei tratti distintivi di quell’unicum ideologico e organizzativo messo in campo dalla politica sportiva del fascismo, risultato di una complessa sintesi di pragmatismo, spregiudicatezza, competenza e modernità. 

    ...
    Per saperne di più
  2. € 17,10 € 18,00

    Nello scenario dell’attuale crisi mondiale hanno ripreso vigore, nel dibattito sull’economia e le sue incognite, posizioni di matrice “keynesiana” che contestano l’austerità imposta al continente dalle istituzioni europee. Ha così assunto un nuovo interesse la vecchia idea di “programmazione economica” fino a un certo momento del tutto screditata dal neoliberismo trionfante e antistatalista

    ...
    Per saperne di più
  3. € 19,00 € 20,00

    Tra le molteplici manifestazioni dell’Altro la figura del reietto è senza dubbio una delle più sfuggenti all’interno dell’immaginario della modernità occidentale. Sin dagli albori dell’«era del confinamento» il diverso da Sé è stato difatti relegato ai margini, isolato e accuratamente celato alla vista, tentando di limitarne la perniciosa influenza affinché non potesse nuocere al resto della società. Oggi come ieri la possibilità di incrociare il suo sguardo ci inquieta non meno di quella di trovarci, volenti o nolenti, a condividerne l’infausta sorte. 

    ...
    Per saperne di più
  4. € 20,90 € 22,00

    A Milano vi erano le condizioni economiche e culturali necessarie perché anche in Italia, come nel resto d’Europa, si costituisse un partito socialista. Ma perché il socialismo milanese svolgesse un ruolo fondamentale nella nascita del Partito Socialista Italiano doveva sorgere un gruppo dirigente capace di conquistare al socialismo la classe operaia e di prendere le distanze sia dall’anarchismo sia dalla Democrazia radicale. Fu questo il ruolo esercitato dalla Lega Socialista Milanese di Filippo Turati ed Anna Kuliscioff e dalla «Critica Sociale», la rivista da loro fondata che fu nei decenni successivi il più importante punto di riferimento per tutto il socialismo italiano.

    ...
    Per saperne di più
  5. € 17,10 € 18,00

    La scrittura violata è la storia del cammino accidentato di un romanzo, Fontamara di Ignazio Silone, su cui all’inizio non molti scommisero. Ambientato in un paesino abruzzese inventato ma vero, remotissimo dagli eventi della Storia, il romanzo parlò il linguaggio universale del riscatto sociale, perfettamente inteso dai “cafoni” di ogni latitudine. Un linguaggio ben compreso pure dai governi, sia da quelli del fronte antinazista, che lo usarono come arma propagandistica contro il nemico, fingendo di non notarne la carica eversiva, sia da quelli fascisti, efficienti nella compilazione di indici di libri proibiti. Ma si sa, lo spirito soffia dove vuole e Fontamara continuò a circolare sotterraneamente anche negli ambienti più ostili, compresa l’Italia mussoliniana, dove fu letto in traduzioni clandestine o ascoltato di nascosto dagli altoparlanti di Radio Londra.

    ...
    Per saperne di più

Griglia  Lista